Crea sito
Pages Menu
RssFacebook
Categories Menu

Blog

La classe non è acqua (minerale)

Le mummie di Ferentillo

Posted by on giovedì, maggio 3, 2018 in Pillole di Blog | 0 comments

In Valnerina, a pochi chilometri da Terni, c’è un paese che si chiama Ferentillo. Il nome viene dal latino fera (belva), che è anche il nomignolo della Ternana, la squadra di calcio della mia città (Forza fère! gridano i tifosi allo stadio il sabato). Nella cripta della vecchia di Santo Stefano sono esposte in teche di vetro 24 mummie umane, più 270 teschi e due volatili mummificati. Non si tratta di una succursale di un Museo Egizio, ma di un curioso fenomeno chimico, dovuto al tipo particolare di terreno argilloso in cui erano...

read more

Io e Giovannino

Posted by on martedì, maggio 1, 2018 in Wurstel | 0 comments

Giovannino, ovvero Giovanni Pascoli, l’ho detestato sin da subito. Mia madre, infatti, mi recitava a memoria le strazianti strofe della Cavallina storna, dilungandosi in particolari cruenti sull’omicidio del padre di Giovannino. Ripensandoci ora, non era poi così male l’idea della cavallina che designava il colpevole nitrendo. Se ne potrebbe ricavare una serie televisiva tipo Storna la cavallina detective (senz’altro il personaggio sarebbe stato più interessante dei vari Don Matteo). Giovannino mi stava antipatico già...

read more

La guerra di Mazzucchittu

Posted by on domenica, aprile 29, 2018 in Politica | 0 comments

La mia povera mamma, quando vedeva una cosa arrangiata male, diceva Mi pare la guerra di Mazzucchittu. Non ho mai saputo chi fosse questo Mazzucchittu, né ho trovato soccorso nei potenti mezzi della Rete. Probabilmente era un qualche capitano improvvisato nelle guerricciole medievali tra Terni e la vicina Miranda. Sappiamo che la guerra è meglio non farla mai, ma se proprio devi farla, ammonisce la saggezza popolare, almeno falla bene. Anche Gesù raccomandava Quale re, recatosi da un altro re per muovergli guerra, non si siede prima per...

read more

Carne e contorno

Posted by on sabato, aprile 28, 2018 in Pillole di Blog | 0 comments

Non c’è trippa per gatti, proverbio centro – italiano diffuso in tutto lo Stivale. Indica che qualcosa si è esaurito, o che non ci sono più le risorse per affrontare un progetto, insomma c’è poco da fare. La trippa è tradizionalmente un cibo povero, allestito sulle mense di chi non si è potuto permettere carne di vitello, di manzo, o nemmeno di pollo. Nel passato, in condizioni di ristrettezze economiche, non c’era neppure, spesso, quel semplice piatto, tipicamente invernale, che sosteneva chi doveva affrontare dure...

read more

Il giorno divisivo

Posted by on mercoledì, aprile 25, 2018 in Politica | Commenti disabilitati su Il giorno divisivo

A Todi, nell’Umbria un tempo rossa, il sindaco di Forza Italia ha negato il patrocinio del Comune alle celebrazioni del 25 aprile. “Si tratta di una festa di parte”, avrebbe detto. Verissimo, caro sindaco, il 25 è di parte, è estremamente divisivo. Divide, infatti, i democratici (di tutte le opinioni e sfumature) dai fascisti. E, al contrario di chi rivaluta il fascismo, di chi si sente “oltre” e di chi si proclama antifascista solo a giorni alterni, io non ho dubbi su da che parte stare. La parte della...

read more

Colpo di frusta

Posted by on domenica, aprile 22, 2018 in Pillole di Blog | Commenti disabilitati su Colpo di frusta

Quando si perde, l’umiliazione della sconfitta è spesso accompagnata dalla citazione di proverbi ad hoc. Uno di questi è il proverbio umbro Ha trovato la frusta per il culo suo. Di primo acchito, vengono in mente raffinate immagini sadomaso, ma le stranezze sessuali non c’entrano. In realtà, il proverbio richiama il duro lavoro dei contadini, che erano volentieri trattati come animali. Le punizioni corporali erano parte integrante del “sistema incentivante” dell’epoca, per motivare e stimolare le “risorse...

read more

La fede e la credenza

Posted by on sabato, aprile 21, 2018 in Fede | Commenti disabilitati su La fede e la credenza

In mancanza di meglio, il Venerdì di Repubblica del 20 aprile ci ammannisce (è il caso di dirlo) il lieto annuncio di una nuova serie televisiva scritta dal romanziere ex-cannibale Niccolò Ammanniti. Otto episodi dall’8 maggio su Sky, si chiamerà Il Miracolo e parlerà di una statuetta della Madonna. Un bell’oggettino di plastica di due chili e mezzo che, rinvenuta nel bunker di un boss della ‘ndrangheta, produce (o emette, non si capisce bene) la bellezza di 90 litri di sangue al giorno. Avete capito bene, novanta litri: più...

read more

La taverna museo

Posted by on giovedì, aprile 19, 2018 in New York | Commenti disabilitati su La taverna museo

Nel cuore del quartiere degli affari, poco lontano dai traghetti che portano a Staten Island o alla Statua della Libertà, tra un tempio della finanza e l’altro si possono trovare testimonianze della Manhattan precedente alla guerra d’indipendenza. Uno di questi edifici è la Fraunces Tavern, che già per un verso è particolare: non si tratta del solito museo con caffetteria incorporata, ma di un ristorante (non a buon mercato), erede di un’antica taverna, con museo ai piani superiori. All’ingresso, quindi, ti chiedono...

read more

American Gothic

Posted by on martedì, aprile 17, 2018 in New York | 1 comment

Nel nostro ultimo viaggio a New York abbiamo visitato il Whitney Museum of American Arts. Fino a pochi anni fa stava nell’Upper East Side, vicino agli altri famosi musei come il MET, il Guggenheim, la Frick Collection. Da poco si è trasferito nel cosiddetto Meatpacking District (così chiamato perché un tempo c’erano i macelli), quasi sullo Hudson, poco sopra il quartiere finanziario, dove parte la High Line, in una nuova struttura bianca e assai postmoderna progettata da Renzo Piano. Dotata, tra parentesi, di terrazze da cui si ha...

read more

Serata fallica

Posted by on domenica, aprile 8, 2018 in Streghe, Wurstel | Commenti disabilitati su Serata fallica

Nell’ultimo numero del Venerdì di Repubblica siamo informati che in India una corrente dell’Induismo, il Lingayat (adoratori del pene del dio Shiva), con circa undici milioni di aderenti, è stata riconosciuta ufficialmente a fine marzo dal governo dello Stato del Karnataka. In India, le diverse componenti religiose rappresentano strati significativi di popolazione e spostano voti e consensi. Questo gruppo sembra particolarmente progressista: ricerca un contatto diretto con la Divinità senza mediatori, offre spazi di meditazione...

read more