Crea sito
Pages Menu
RssFacebook
Categories Menu

Posted by on sabato, marzo 14, 2020 in New York |

Due cose insieme

Gerald Ford fu presidente degli USA (il trentottesimo) tra il 1974 e il 1976. Tuttora è l’unico presidente non eletto della storia statunitense, in quanto, successe prima a Spiro Agnew (affossato da uno scandalo di corruzione) come vicepresidente, e poi a Richard Nixon (dimessosi per non subire l’impeachment a causa del caso Watergate) alla Casa Bianca. Rispetto al suo predecessore e a molti successori era ragionevolmente onesto e non ha scatenato nuove guerre, per questo viene ricordato con indulgenza. L’altra faccia di questa reputazione positiva è però che (al pari di altri vicepresidenti, come Dan Quayle e Joseph Biden) non veniva considerato molto intelligente o acuto. Il più maligno verso Ford è stato l’ex presidente democratico Lyndon B. Johnson, che di lui ebbe a dire He’s a nice fellow but he spent too much time playing football without a helmet (è una brava persona, ma ha passato troppo tempo a giocare a football senza casco). Più famosa ancora è l’altra battuta attribuita a Johnson, e spesso ripetuta: Ford can’t walk and chew gum at the same time (Ford non riesce a camminare e masticare la gomma nello stesso tempo).

La faccenda delle “due cose nello stesso tempo” mi è tornata in mente parlando con Arianna, che come sapete vive negli USA, dove solo oggi è stato dichiarato lo stato di emergenza causa coronavirus. Sembra che la cosa che mette più in crisi gli statunitensi sia imparare a lavarsi le mani per venti secondi. Come calcolarli? Fioccano i suggerimenti di canzoncine da intonare mentre ci si insapona, in modo da raggiungere la fatidica quota venti. (Sul Manifesto Alberto Leiss ha suggerito un trucchetto, che però funziona solo in italiano: contare mentalmente NON da uno a venti, MA da milleuno a milleeventi).

Contemporaneamente sono in corso le primarie democratiche che dovranno designare lo sfidante di Trump. Al contrario del nostro referendum costituzionale, e forse delle prossime amministrative, le primarie non si fermano, e contendono l’attenzione degli americani alla pandemia. Per questo è diventato virale (termine che d’ora in poi sarebbe meglio evitare), dieci giorni fa, il tweet di una tale Ditch Pony. Esso dice: They shouldn’t have tried to hold an election AND teach Americans how to wash their hands, all in the same week. We are overwhelmed. (Non avrebbero dovuto provare a tenere le elezioni, E INSIEME, nella stessa settimana, insegnare agli americani a lavarsi le mani. Siamo sopraffatti).

Evidentemente, il non riuscire a far due cose insieme non è una prerogativa di qualche politico onesto ma stupido: sembra sia una specie di carattere nazionale. Una specie di pregiudizio auto-alimentato, come quello degli italiani furbetti, dei latinoamericanti esuberanti, dei francesi che non usano il bidet.

Per finire, non poteva mancare il debunking di una fake news. Sembra che in realtà, Johnson NON abbia detto la frase su Ford che gli viene attribuita. In realtà ha detto: Ford can’t FART and chew gum at the same time (non riesce a scorreggiare e masticare la gomma nello stesso tempo). La frase originale fu a lungo censurata, per carità di patria.

https://www.independent.co.uk/news/presidents/gerald-r-ford-1451818.html

Credevate che ce li avessimo solo noi, i politici che dicono parolacce?