Pages Menu
RssFacebook
Categories Menu

Posted by on martedì, novembre 21, 2017 in Video, Wurstel |

Giocare a scaracoccia

Mia madre, quando qualcuno faceva qualcosa di poco serio, si arrabbiava e diceva Ma che stiamo, a giocà a scaracoccia?  La scaracoccia (detta anche in altre regioni scaragoccia) è un gioco di carte, più noto anche come scopa d’assi o asso pigliatutto. Bisogna dire che nella cultura ternana aleggia, come costante culturale di lunga durata, una diffidenza verso la povera scaracoccia. Decenni dopo mia madre, infatti vennero gli Altoforno (gruppo musicale ternano nato nel 1995 e specializzato in parodie). Ascoltate la loro canzone Tressette (sull’aria di Margherita di Riccardo Cocciante), tragedia di un giocatore di carte non assecondato dal compagno:

Ma che giochi a scaracoccia? Hai scartato la bastoni
come cazzo me c’arveni, mo m’hai rotto li cojoni
Questi qui fanno cappotto, c’hanno bono pure l’otto
“Famo l’urdima”. Col cazzo! Hai scartato pure l’asso.

Scaracoccia come tressette malriuscito? Forse a suscitare diffidenza è l’idea che, stravolgendo le migliori strategie di gioco, arrivi il piccolo asso a svuotare il tavolo facendo scopa. Un po’ come certe leggi elettorali escogitate a tavolino per distorcere la rappresentanza. Dopo il Mattarellum, il Porcellum, l’Italicum, il Consultellum e il Rosatellum, ci starebbe bene anche lo Scaracoccium. Tanto, alla fine vince sempre l’asso di bastoni, purtroppo.

altoforno-02-696x382