Crea sito
Pages Menu
RssFacebook
Categories Menu

Posted by on domenica, aprile 29, 2018 in Politica |

La guerra di Mazzucchittu

La mia povera mamma, quando vedeva una cosa arrangiata male, diceva Mi pare la guerra di Mazzucchittu. Non ho mai saputo chi fosse questo Mazzucchittu, né ho trovato soccorso nei potenti mezzi della Rete. Probabilmente era un qualche capitano improvvisato nelle guerricciole medievali tra Terni e la vicina Miranda. Sappiamo che la guerra è meglio non farla mai, ma se proprio devi farla, ammonisce la saggezza popolare, almeno falla bene. Anche Gesù raccomandava Quale re, recatosi da un altro re per muovergli guerra, non si siede prima per stabilire se è sufficiente affrontare con diecimila colui che viene contro di lui con ventimila? (Luca 14:31), altrimenti meglio mandare un’ambasciata a chiedere la pace.

Soggestivo, ma sbagliato, tradurre Mazzucchittu con Mazza, Occhetto!, anche se fu proprio un Occhetto (Achille) il primo a manifestare il vizio della sinistra italiana di partire con gioiose macchine da guerra e tornare a casa con le pive nel sacco. Vizio che, visto com’è andata il 4 marzo, ancora non s’è perso.