Crea sito
Pages Menu
RssFacebook
Categories Menu

Posted by on domenica, luglio 7, 2019 in Pillole di Blog |

Il mestiere più antico

Vivere in un quartiere popolare non degradato, ma non ancora gentrificato, ha i suoi vantagg. Uno di questi è che la peggiore minaccia da cui difendersi quando si va a passeggio sono i vecchietti, e soprattutto le vecchiette, intriganti e rompiscatole. Tutte persone che hanno visto nascere mia figlia, mio marito, le mie cognate, mio suocero e forse anche qualche antenato più lontano, e quindi si sentono in dovere di scrutarmi come se fossi appena scesa da un barcone o venuta giù con la pioeuva, come si dice da queste parti. Uno degli ultimi metodi che ho escogitato per levarmele di torno è guardarle con aria professorale (che mi viene bene) e dire in tono calmo Scusi, lei è del mestiere? (variante: Ma è del mestiere, questa?). Ricordavo di avere visto la battuta in qualche frammento di film durante lo zapping, o in un video su YouTube, e sino a poche settimane fa la attribuivo ad Aldo Baglio, quello del trio con Giovanni e Giacomo. Poi ho scoperto che quell’attore pelato era Checco Zalone, nel film Quo Vado? Non sono mai stata una fan di Zalone, ma devo ammettere che la battuta funziona, pur non essendo offensiva. E’ un modo assertivo e scherzoso di mettere a posto certa gente: nel caso specifico (con una vecchietta del mio condominio) ha funzionato, lasciandola ammutolita.

A proposito, il mestiere più antico non è quello a cui verrebbe da pensare: è quello del rompiballe. Risale addirittura all’intrigante Serpente della Genesi. Forse Adamo ed Eva avrebbero potuto cavarsela chiedendogli se era del mestiere.