Pages Menu
RssFacebook
Categories Menu

Posted by on mercoledì, maggio 26, 2021 in Midrash |

Omaggio a Bob Dylan – Desolation Row (sesta strofa)

Poiché il lupo perde il pelo ma non il vizio, Giorgio Guelmani si ostina a commentare la canzone Desolation Row di Bob Dylan, strofa per strofa.

1     Dr. Filth, he keeps his world
Inside a leather cup
But all his sexless patients
They’re trying to blow it up
5     Now his nurse, some local loser
She’s in charge of the cyanide hole
And she also keeps the cards that read
“Have Mercy On His Soul”
They all play on penny whistles
10    You can hear them blow
If you lean your head out far enough
From Desolation Row

1-4. Il Dottor Abominio tiene rinchiuso il suo mondo in una tazza di cuoio. Ma tutti i suoi pazienti asessuati stan cercando di farla saltare. Devo ammettere che, prima di accingermi al gran comento (per dirla con l’Alighieri), ero convinto che il Dr. Filth fosse il personaggio di qualche fumetto, o B-movie, di fantascienza o di horror, tipo L’abominevole dottor Phibes o simili. Invece, un Dr. Filth -nome proprio non esiste. La parola, in inglese, si può rendere con sporcizia, sudiciume, lordura, oscenità, schifezza. Tito Schipa (TSJ) e De Gregori 2015 (RDG), traducono con Dottor Lurido, mentre la prima traduzione di De André (DADG) salta l’intera strofa. Mi sono preso la libertà di tradurre Dottor Abominio, per richiamare la biblica abominazione della desolazione (Matteo 24:15 e Daniele 9:27), e l’atmosfera da distopia post-apocalittica della canzone. Gli interpreti si sono divisi in due sull’identificare il Dottore. Per alcuni si tratta del Dottor Freud, e per estensione della psicanalisi. Lo farebbe pensare il nome Filth (stessa iniziale, e stesso numero di lettere, cinque, di Freud), e la successiva introduzione dei pazienti asessuati. La psicanalisi si sarebbe convertita / pervertita in una dottrina che opprime e sopprime la sessualità delle persone, un tappo che deve essere fatto saltare per raggiungere una liberazione completa. Altri interpreti identificano Filth con il Dottor Mengele, o qualche altro dei medici coinvolti in mostruosi esperimenti sui prigionieri dei campi di sterminio. Nella tazza di cuoio ci sarebbero i resti umani dei “pazienti”, magari pezzi di organi sessuali. Personalmente, darei più credito alla seconda interpretazione per due motivi: 1) in tutta la canzone Dylan è ossessionato da un possibile ritorno o avvento del nazifascismo; 2) al contrario, la psicanalisi non rientra tra le sue tematiche preferite (Dylan non è Woody Allen). Ci può essere anche un richiamo al libro di Ken Kesey One flew over the Cuckoo’s nest, scritto nel 1962 e adattato per il cinema da Milos Forman nel 1975. In effetti, nel libro ci sono una rivolta dei pazienti di un ospedale psichiatrico, e un’infermiera dal pugno di ferro (vedi strofa successiva).

5-8. Ora la sua infermiera, una sfigata del posto, ha la responsabilità della fossa del cianuro. Inoltre, tiene le carte su cui si legge “Abbiate Pietà Della Sua Anima”.  Proprio nel 1965 uscì il libro The nazi seizure of power. Experience of a single German town 1930-1935,  dello storico William Sheridan Allen (traduzione italiana presso Einaudi: Come si diventa nazisti). Parla di una piccola città (Thallburg, nella regione di Hannover, diecimila abitanti circa), tradizionalmente socialdemocratica, dove in pochi anni il partito di Hitler riuscì a penetrare e a divenire egemone, sfruttando la paura della depressione economica, la disoccupazione dilagante, le paure della classe media. Il racconto di come, poco a poco, non per effetto di un colpo di stato improvviso, ma di una lenta disgregazione del legame sociale, i bravi cittadini di Thallburg divennero nazisti, è anche oggi impressionante e ammonitore. Non possiamo sapere se Dylan abbia letto, o sentito parlare del libro di W.S.Allen mentre scriveva la canzone. Ma è così funziona, spesso, il consenso alle dittature: un local loser, una persona qualsiasi della classe media in crisi di status e identità, può trovare una sua rivalsa divenendo una zelante pedina del regime. La sfigata locale si percepisce come una buona cristiana (RDG: recita il rosario), prega per l’anima del Dottore, ma nel contempo ne custodisce le riserve di veleno mortale.

9-12. Tutti quanti suonano fischietti di latta, puoi sentirli soffiare se sporgi la testa abbastanza lontano dal Vicolo della Desolazione. Chi sono “tutti quanti”? Solo i pazienti? La misteriosa musica che suonano potrebbe essere un inno di rivolta? Oppure il Dottor Abominio e la Sfigata Locale sono riusciti a rabbonirli, e a organizzare un’ipocrita festicciola comunitaria, come se ne facevano in certi manicomi e persino in certi lager?  Comunque, il consiglio per l’ascoltatore è di sporgere la testa lontano dal Vicolo della Desolazione, per sentire bene cosa sta accadendo. Potrebbe essere un invito ad abbandonare la propria comoda nicchia (anche vivere tra gli emarginati o gli alternativi può essere un modo di evadere) ed affrontare la realtà, una realtà fatta di orrore e di ribellione all’orrore. Nota: il penny whistle è un flauto a fischietto, a sei fori (appartenente alla stessa famiglia del flauto dolce), largamente usato nella musica celtica. In italiano si chiama anche pemperino o flagioletto.