Crea sito
Pages Menu
RssFacebook
Categories Menu

Posted by on martedì, maggio 15, 2018 in Pillole di Blog |

Stampatori e Visconti

Qualche mese fa ho rivisto uno sceneggiato della mia gioventù, Marco Visconti, di Antongiulio Majano, tratto da un romanzo dell’Ottocento di Tommaso Grossi. Tra i motivi di fascino dello sceneggiato c’era anche l’ambientazione, in un vero castello medievale. Questo castello si trova in provincia di Cremona, a Soncino (una settantina di chilometri da Milano), una buona tappa per una gita fuori porta: ci sono stata sabato scorso con mio marito e due amiche (tra l’altro, nello stesso castello hanno girato un altro film affascinante, Ladyhawke). La cittadina è proprio piccola: oltre alla rocca ci sono due – tre belle chiese. Soprattutto, a Soncino, alla fine del XV secolo, venne realizzata la prima Bibbia ebraica completa a stampa. Una vecchia casa trecentesca, dove, secondo la tradizione, viveva una famiglia di stampatori ebrei aschenaziti, ora ospita un piccolo museo. Qui un simpatico custode vi accoglie ripercorrendo la storia della stampa e degli ebrei soncinesi: nel prezzo del biglietto è compresa una pagina incisa col torchio, che riporta la prima pagina della Genesi col racconto della Creazione. Un comodo biglietto cumulativo di 5 euro consente di vedere la rocca, la casa degli stampatori e altro. Direi che sono cinque euro ben spesi: nella zona, poi, si mangia anche bene.