Crea sito
Pages Menu
RssFacebook
Categories Menu

Posted by on sabato, giugno 22, 2019 in Streghe |

Stelle e pavoni

Tra le attrazioni turistiche di Los Angeles a distanza di camminata dalla camera in affitto dove si è sistemata Arianna per questa sua settimana californiana, c’è lo Hollywood Forever Cemetery, situato al numero 6000 del Boulevard di Santa Monica. Si tratta dell’unico cimitero di Hollywood, e uno dei più antichi di Los Angeles. Fu fondato nel 1899 col nome di Hollywood Cemetery; nel tempo, una parte del terreno fu ceduto alla comunità ebraica locale (Beth Olam Cemetery) e una parte alla RKO e poi alla Paramount, che vi installò i propri Studios, anch’essi visitabili. Ancora oggi – nonostante ci siano state cause in tribunale per impedirlo – gli impiegati dei Paramount Studies hanno a disposizione un’area del cimitero per parcheggiare i propri veicoli. Nel 1998 il cimitero andò in bancarotta e fu rilevato dalla Forever Enterprises, che gli diede l’attuale nome e decise di mettere, come si usa dire, “a valore” l’area organizzazndo eventi musicali e proiezioni di film sul posto. L’ingresso, comunque, rimane gratuito. Come il viennese St Marks, lo Hollywood Forever è apprezzato come luogo per picnic domenicali; e come il parigino Père Lachaise, numerose sono le celebrità ivi sepolte, a cui la gente va a rendere omaggio. Tra i moltissimi, nominiamo solo Cecil B.DeMille, Douglas Fairbanks Jr, Rodolfo Valentino e Judy Garland. Ci sono persino due membri del gruppo punk dei Ramones: cantavano I don’t wanna be buried / in a pet cemetery (Non voglio essere sepolto in un cimitero per animali), e direi che sono stati accontentati.

O no? In effetti, più che trarre, foscolianamente, ispirazione dagli illustri defunti (A egregie cose il forte animo accendono / l’urne de’ forti …), Arianna è rimasta colpita da un’altra caratteristica peculiare del cimitero. Lungo i viali, infatti, puoi incontrare numerosi pavoni. Passeggiano in libertà durante il giorno e sono chiusi in gabbia di notte e la domenica. A quanto pare, prima erano sempre in libertà, ma avevano il vizio di attaccare la gente, in specie gli anziani. Arianna assicura di averne visti persino due (pavoni, non anziani) impegnati nell’accoppiamento. Perché i pavoni? Fin dall’antichità, il pavone è simbolo di immortalità e resurrezione, perché si dice che il suo corpo non si decomponga. C’è un pavone anche nella catacomba di Priscilla, a Roma. Incidentalmente – ma questo sarebbe un conflitto di interessi con la confinante Paramount – il pavone è anche il simbolo del network NBC.