Crea sito
Pages Menu
RssFacebook
Categories Menu

Posted by on sabato, giugno 23, 2018 in Mentre Vivo |

Tormentoni estivi

Puntualmente tornano, a giugno, tutti gli anni. Sono i tormentoni musicali estivi. Quasi sempre musica latina, ballabile e ossessiva. Spesso associata alle offerte di navigazione dei cellulari, o ai gelati. Difficili da distinguere dai successi dell’anno precedente, come la musichetta degli spot Vodafone che sembra copiata da A mi me gustan mayores. Questa canzone, di una tale Becky G., da un anno le compagne di appartamento di mia figlia se la ascoltano da mattina presto a notte inoltrata. Il testo sembra scritto da Berlusconi, visto che suggerisce che l’ideale per una ragazza sia trovarsi un anziano danaroso che la mantenga.

Qualche mese fa, mentre ancora faceva freddo e ci preoccupavamo se avremmo avuto o no un governo (sarebbe stato meglio non averlo avuto), qualcuno ci aveva avvertito: Mentre voi ridete e scherzate, qualcuno in Spagna o in America sta già preparando il prossimo tormentone che vi sfracanerà i marroni per tutta l’estate. Il caldo è arrivato, e con esso le musiche fatte con lo stampino che ci perseguiteranno fino a settembre. Sarà un massacro. Ma sempre meglio dei proclami di Salvini.