Crea sito
Pages Menu
RssFacebook
Categories Menu

Posted by on sabato, dicembre 14, 2019 in Scuola e dintorni |

Pesci tra le nuvole

Lo studente Castrovilli Vinicio, di prima D, si distraeva facilmente. Cosa tutt’altro che strana o rara, in qualunque scuola superiore, e quindi anche nel Liceo di Scienze Coreutiche Lucas Stephen Grabeel (per gli amici LSC LSG). Quel che era strano fu la reazione del giovane prof Vettabbia (Storia e geografia), da pochi mesi al Grabeel dopo tre anni al professionale Gasparazzo di Pozzolo Martesana.

“Castrovilli si distrae perché è dei Pesci,” sentenziò Vettabbia durante il Consiglio di Classe di fine novembre. E, di fronte alla reazione allibita di colleghe e colleghi, precisò quella che per lui era una verità autoevidente: “Tutti sanno che i Pesci stanno tra le nuvole.” “Sì, e i Capricorni stanno sottoterra,” rispose beffarda la Zambeletti. “Proprio così,” convenne serissimo Vettabbia, “i Capricorni amano nascondersi, quindi non vedrete mai un giovane Capricorno esporsi in una discussione, cercherà sempre di passare inosservato. Propongo pertanto …”

Alla parola “propongo”, don Miglieruolo (Religione) e Strippoli (Scienze motorie), che stavano impegnando allo spasimo le scarse risorse di memoria del computer della sala professori in una partita di Assassin’s Creed, minimizzarono l’icona e  drizzarono le orecchie.

“… che si tenga conto, nella valutazione e nell’elaborazione di strategie didattiche, del segno zodiacale dei discenti. In particolare, propongo che se ne tenga conto a partire dalla formazione delle classi per l’anno prossimo.”

“Cioè, che dovremmo fare?” chiese la Pucciarelli (Coreutica di base).

“Abbiamo quattro sezioni, no?” rispose Vettabbia, ormai infervorato. “Chiamiamole Acqua, Aria, Terra e Fuoco, invece dei banali A, B, C e D, e distribuiamo i nuovi iscritti in base al loro segno zodiacale. Vedrete che l’omogeneità dell’elemento dominante assicurerà una maggiore coesione del gruppo -classe. Se si può esprimere una preferenza, amerei seguire i giovani d’Aria, in particolare gli Acquari … ” e la sua voce si fece sognante.

La coordinatrice Zambeletti tagliò corto. “D’accordo, ne terremo conto. Chiederò al collega Vettabbia di presentare, se se la sente, un progetto in merito, che il Collegio Docenti valuterà nella prima finestra utile, direi a partire dal 7 marzo del 2023.”

“Perché così tardi?” chiese sconcertato Vettabbia.

“Perché quel giorno Saturno esce dall’Acquario ed entra nei Pesci,” rispose la Zambeletti, “una cosa così importante va decisa con criteri scientifici, non vorremmo mica affidarci al caso, vero, colleghi?”

Una risata di sollievo chiuse l’argomento e il Consiglio passò al prossimo punto dell’ordine del giorno (Uscita didattica prenatalizia: rappresentazione dello Sgnaccanoci per ragazzi e ragazze).